In Sicilia un siciliano va dal panettiere e dice: “vorrei una colomba” il panettiere chiede: “Motta?” e il cliente risponde:

“e che viva me la deve dare?”.


Un siciliano va dal dottore:

– “dottore dottore..betta matreee mi sento un dolore ca, uno ca e un altro ca, è pericoloso?”

– “sig. Salvatore si levi la camicia e comincio a visitarlo”

Ad un certo punto della visita il dottore si rivolge al paziente:

– “sig. Salvatore mi dica 2 volte 33”

– “sessantasei dottore”.


C’erano un francese, un siciliano e un tedesco. il diavolo voleva le loro anime e allora disse il diavolo: “voi lanciate qualcosa e se io riesco a prenderla mi prenderò anche le vostre anime e se non riuscirò a prenderla ve la tenerete!!”. Il francese vede una mela, prende la rincorsa e la lancia a 500 metri..il diavolo puff e la prende cosi anche l’anima. Il tedesco prende un sassolino piccolissimo il diavolo fa un voletto e si prende tutti e due. Il siciliano si abbassa i pantaloni si mette nel fiume e fs una scoreggia e dice: “acchiappa chissu scuriggiu!”


Un turista arrivato da Chicago arriva a Palermo e passa davanti ad un fruttivendolo, passando nota le albicocche e gesticolando dice: “chicago chicago…” il fruttivendolo non capendo lo guarda un po’ male! il secondo giorno sempre questo turista passa davanti allo stesso fruttivendolo e vedendo le fragole dice: “chicago chicago…” e il fruttivendolo con tono di tipico siciliano: “ou ma chi hai? chi schifiu rici?…” al terzo giorno lo stesso turista passa nuovamente e vedendo i carciofi dice: “chicago chicago…” e il fruttivendolo: “è no cà ti punci u culu!”.


 

Commenti

commenti